Fettuccine senza uova al Tartufo nero pregiato

Le fettuccine sono normalmente preparate con farina e uova, ma ho personalizzato la ricetta per un ospite allergico alle proteine dell’uovo, quindi ho realizzato un impasto semplicemente con acqua, un pochino d’olio extravergine d’oliva e farina di semola rimacinata di grano duro. Un impasto rustico e più leggero. L’aggiunta del tartufo nero pregiato, il principe dei tartufi neri, conferisce al piatto un grandissimo valore aggiunto.

Fettuccine senza uova al Tartufo nero pregiato

 
  • Per la pasta fresca:
  • 400 gr Farina di semola rimacinata di grano duro
  • 200 ml d’acqua
  • 1 nr cucchiaio da minestra di olio extravergine d’oliva
  • Per il condimento:
  • 70 gr Tartufo nero pregiato (Tuber melanosporum Vitt.)
  • 1 nr cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • 4 nr cucchiai da minestra di olio extravergine d’oliva
  • 2 nr acciughe sottolio
  • 2 nr spicchi d’aglio
  • qb sale e pepe
  1. Per la preparazione della pasta:
  2. versate la farina a fontana sulla spianatoia, unite al centro l’acqua, un cucchiaio da minestra di olio extravergine d’oliva e lavorate energicamente l’impasto, che successivamente avvolgerete in un canovaccio per farlo riposare un’oretta.
  3. Lavaggio Tartufo nero pregiato:
  4. la maggior parte delle specie di tartufi neri hanno il peridio (parte esterna) rugoso, quindi dovranno essere ben spazzolati per togliere la terra. Il nero pregiato ha le piramidi poco accentuate, quindi sarà facile pulirlo.

    Lavate i tartufi sotto l’acqua corrente con uno spazzolino e successivamente asciugateli con la carta da cucina. In attesa del loro utilizzo, avvolgeteli nella carta assorbente da cucina e riponeteli in frigorifero in un contenitore di plastica chiuso col coperchio, oppure in un barattolo di vetro chiuso con la capsula.

  5. Nel frattempo mettete sul gas una pentola molto capiente con abbondante acqua, che andrete a salare quando inizierà a bollire.
  6. Prendete l’impasto e tiratelo col matterello. La sfoglia non dovrà superare i due millimetri di spessore. Una volta tirata la sfoglia, arrotolatela aggiungendo della farina per non farla attaccare e col coltello (trinciante) iniziate a tagliare le strisce di pasta scegliendo una larghezza di 5 millimetri. Srotolate le fettuccine e lasciatele sulla spianatoia in attesa di tuffarle nell’acqua salata.
  7. Preparazione del condimento:
  8. In una padella versate l’olio extravergine d’oliva in cui farete soffriggere due spicchi d’aglio, che andrete a togliere quando saranno dorati. Fate sciogliere le due acciughe diliscate. Spegnete il fuoco e grattugiate direttamente nella padella i tartufi. Utilizzate tranquillamente la grattugia del Parmigiano. Aggiustate di sale e pepe secondo il vostro gusto, anche se le acciughe donano già di per sé sapidità.
  9. Scolate la pasta e versatela in padella, mantecate e impiattate.

  10. Buon appetito!
 
Portata principale
Italiana
Fettuccine al tartufo nero pregiato

Please follow and like us:

Author: Gloria Bonucci

I Mangiadischi Affamati di musica è un programma radiofonico di Radio Bologna Centrale Web, che si occupa di arte culinaria e di musica. Gloria Bonucci, cuoca e cavatrice di tartufi - nonché musicista - e Fulvio Felisi, "chansommelier" di brani musicali, vi faranno entrare nel loro mondo per servirvi tanta musica rock, che sarà la portata principale, condita da interessanti racconti a tema e interviste esclusive ad artisti del settore musicale, di quello agricolo e di professionisti del food and beverage.